ROCKY E AMATO : AIUTATECI PER I MIRACOLI DI NATALE

Rocky è stato trovato agonizzante nel cimitero di Pianura, paralizzato dal collo in giù, impossibilitato a tenere la testa dritta, con la coda amputata, è stato immediatamente portato alla clinica Animal Dreams
Ecco il primo referto : “Il paziente Rocky-Lee è stato ricoverato il 15/12/2014 dall’associazione UGDA per sindrome vestibolare conseguente a lesione del timpano sx per otite cronica. Rocky-lee si presentava in decubito laterale con paralisi flaccida dei quattro arti,testa ruotata e nistagmo orizzontale. L’appetito è conservato ma è fortemente disidratato. Comincia terapia sintomatica di sostegno con antibiotico,vitamine del gruppo B e fluidoterapia. Pratichiamo esami di routine:
• coprologico a cui risulta positivo per trichiuris vulpis; trattamento per os.
• Emocromocitometrico
• Test per neospora caninum, e toxoplasma gondii;a quest ultimo risulta positivo ed associa terapia antibiotica con trimetoprim bib e clindamicina bid per 28giorni.
La condizione di paralisi del piccolo porta stasi del tratto gastroenterico con costipazione, effettuiamo dunque un clistere e l’ intestino riprende la sua normale funzionalità.
Sottoposto a terapia, ha mostrato di rispondere ai trattamenti”.
Ecco il secondo referto :
“ Dal giorno 17 sono visibili i primi effettivi miglioramenti, mantiene il decubito sternale, la testa torna in posizione normale…o quasi, il ristagno cessa. Gli arti posteriori sono ancora deboli; una vecchia frattura dell’ acetabolo dx (effettuata rx bacino) rallenta il recupero della zampa omolaterale il cui tono muscolare è scadente, gli pratichiamo un po’ di ginnastica manuale due volte al giorno.
Rocky sta meglio, grazie alle amorevoli cure dei veterinari e della dedizione di Ornella Langella che non lo perde d’occhio”.
Ecco l’album delle foto di Rocky
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10204695324334763&set=t.100004403197091&type=3&theater
Ed ecco il video fatto dalla dr.ssa
https://www.facebook.com/video.php?v=10204721628672355&set=vb.1585917580&type=2&theater
Purtroppo non sarà autonomo.
ABBIAMO URGENTE BISOGNO DI UN CARRELLINO PER ROCKY e per questo, vi chiediamo di darci una mano a raccogliere per acquistarlo al più presto

Ad emergenza si aggiunge emergenza e poi….sempre sotto Natale dove ogni cosa è critica.
Ieri 22/12, con la collaborazione di alcune volontarie locali, e della vice presidente Lepa,  abbiamo fatto uscire dal canile municipale Santa Lucia di Brindisi, un cane in gravissime condizioni : AMATO. Il cane, un grosso cane bianco, non giovane, è stato trovato d’improvviso paralizzato in una gabbia una settimana fa e non è stato possibile fare una diagnosi nella struttura. E’ stato sottoposto a varie terapie di sostegno , che non hanno però sortito effetti. Preoccupate della situazione e dell’evidente incompatibilità con la vita di un canile, abbiamo ottenuto di portare via il cane. La prima visita effettuata a brindisi questa mattina, parla di “poliradicoloneurite”, una grave malattia dei nervi periferici, che porta a progressiva debilitazione e afflosciamento muscolare. La diagnosi certa e l’impostazione di una adeguata terapia , possono effettuarsi solo con analisi strumentali.
Ornella Langella, Susanna Weiss ed io ci siamo mobilitate per trovare, in puglia o a napoli (dove il cane è destinato presso UGDA) una clinica attrezzata per condurre le analisi ma……Natale è alle porte e le cliniche ci hanno chiuso molte porte.
Con l’aiuto di Alessandra Samagar, volontaria di Brindisi, abbiamo portato Amato all’ospedale veterinario Pingry di Bari, dove verrà immediatamente visitato e si procederà agli accertamenti : Bisogna ricercare le cause della patologia che determina un progressivo MA NON IRREVERSIBILE deterioramento dei nervi periferici ed un inflaccidimento grave dei muscoli collegati che non sostengono più il corpo. Potrebbe avere diabete o ipertiroidismo o altre forme che arrivano e vanno via senza spiegazioni e anche un tumore che però in questi casi è solitamente circoscritto. Quindi ora esami del sangue, urine e poi ad aumentare – se servirà- Tac total body, elettromiografia e biopsia. se tutto andrà bene e con opportune terapie e moltissima fisioterapia, Amato si rialzerà . Resta il rischio del blocco respiratorio improvviso ma solitamente appare nei primi 5 gg dall’insorgere della malattia. noi siamo almeno al 7 e quindi speriamo……..
Ecco Amato poco dopo il ritrovamento in canile
https://www.facebook.com/111462662271301/photos/a.734708273280067.1073741960.111462662271301/734711039946457/?type=1&pnref=story
Al momento non sappiamo se Amato vivrà ma se dovesse vivere sarà destinato ad un lunghissimo percorso terapeutico , con farmaci, fisioterapia e non sappiamo cos’altro. Per ora il costo gravissimo che dobbiamo affrontare, sono gli esami e la degenza che sarà lunga. al momento il cane è prostratissimo . Le notizie di questa mattina sono che non ha febbre, è in terapia di fluidi e non vuole mangiare. Siamo in attesa di nuove foto e preventivi. Anche per lui abbiamo bisogno di aiuto, vi preghiamo di sostenerci con le vostre donazioni

Le donazioni potranno essere effettuate sul conto UGDA

IBAN: IT93 X056 9633 2700 0000 9094 X78

c/o BANCA POPOLARE DI SONDRIO intestato a Comitato Nazionale Istituzione Ufficio Garante Diritti Animali

Paypal ugdasegreteria@gmail.com

CAUSALE: ROCKY E AMATO

1450306_410648495758587_8754945958984452811_n 10256531_410648485758588_9153797663893813896_n 10502468_410648589091911_6223856333140941055_n