Cosa facciamo

UGDA è:

  • il primo disegno di legge sull’istituzione del Garante dei Diritti degli Animali depositato al Senato della Repubblica Italiana;
  • consigli legali gratuiti per i cittadini  in difficoltà nel far rispettare i diritti degli animali, grazie all’aiuto di valenti avvocati volontari;
  • interventi legali in proprio a tutela dei randagi;
  • referenti e volontari in molte regioni italiane.

I più importanti risultati ottenuti da UGDA:

  • Sequestro, svuotamento e smantellamento del canile lager di Poggiosannita grazie ad interrogazione parlamentare da noi chiesta (e ottenuta) al compianto Sen. Cesarino Monti http://www.altomolise.net/notizie/attualita/2508/canile-di-poggio-sannita-interrogazione-parlamentare-del-senatore-monti ;
  • Mantenimento di tutti i cani per i due anni dell’operazione. Adozione degli stessi in accordo con la Procura di Isernia  e con il referente ministeriale per il randagismo in Molise;
  • Sequestro (gestito anche come co-custodi giudiziari) di ca 600 animali detenuti nel canile di Trani denominato Dog’s Hostel, grazie ad interrogazione parlamentare chiesta (e ottenuta) alla Sen. Paola Taverna alla quale la Presidente UGDA personalmente aveva inviato bozza dopo aver incontrato alcune volontari pugliesi della Lega del Cane, che chiedevano intervento grazie ai suoi contatti parlamentari; http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=721226
  • Intervento per il canile di Brindisi in seguito al quale il Sindaco avviava procedura di rescissione dell’appalto alla ditta appaltatrice https://www.ilfattoquotidiano.it/2015/07/07/brindisi-il-canile-della-vergogna-sequestrato-dal-nas-dei-carabinieri/1851695/ ;
  • Accesso da febbraio 2019 al canile di Sant’Ilario dello Ionio per promuovere le adozioni dei cani in base all’art 2 comma 371 della legge nazionale 244/2007;
  • Centinaia di migliaia di randagi italiani salvi dalla vivisezione unicamente grazie alla “battaglia” UGDA per far pervenire alla UE nota da parte del Ministero della Salute in merito al divieto di sperimentazione sui randagi in base alle nostre leggi nazionali preesistenti e restrittive alla direttiva europea 63/2010UE. In seguito a una mozione in XII commissione del Senato, infatti, chiesta e ottenuta dal Comitato nazionale UGDA, depositata a firma dei Senatori Poretti e Rizzi e approvata all’unanimità di tutti i Senatori presenti, il Governo veniva impegnato ad effettuare il comunicato messo a serio rischio dall’inerzia burocratica. Il comunicato veniva inviato alla U.E. a pochi giorni dal termine ultimo del 31 dicembre 2012;
  • Molte condanne per maltrattamento ad animali su denuncia e/o costituzione a parte civile di UGDA (per l’efferata uccisione di Angelo, per combattimento clandestini di pitbull a Palermo, per il maltrattamento di un altro cane (fortunatamente sopravvissuto) sempre a Palermo per la povera Siria e la più severa condanna mai inflitta per questo reato al serial killer dei gatti della provincia di Bergamo condannato a 3 anni e mezzo di reclusione;
  • Due  centri di prima accoglienza in Campania e in Lombardia del progetto UGDA “animali in libertà” per cani, gatti e caprette provenienti da situazioni di estremo pericolo, abbandono o maltrattamento;
  • Istanza di sequestro dei cani di Palermo il giorno stesso che venivano caricati sul furgone per essere trasferiti: i cani furono sequestrati! ;
  • Interrogazione regionale a cura del Consigliere Luigi Piccirillo per tragica situazione di una colonia felina di Bagnatica (BG);
  • Proposta di legge in Regione Lombardia a maggior tutela animali d’affezione e Garante dei Diritti degli animali;
  • Emendamenti al recepimento della direttiva europea 63/2010 sperimentazione animale;
  • Impegno contro la vivisezione per un’Italia più civile e progredita;
  • Audizione Regione Lombardia III commissione su Progetto di Legge di finanziamento alla ricerca con metodi sostitutivi. Legge approvata! ;
  • Incontro con la senatrice Paola Taverna per predisporre un piano di intervento al fine di contrastare il business dei canili lager sulla pelle dei randagi;
  • Partecipazione al corso tenuto presso Palazzo di Giustizia di Milano a cura della Scuola superiore di Magistratura “la tutela giuridica del sentimento per l’animale da compagnia e per gli altri animali”;
  • Invito da parte della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati a inviare le valutazioni e le osservazioni del Comitato Nazionale U.G.D.A. Onlus in merito al provvedimento C. 3592 Ferraresi ed abb., recante “Modifiche al codice civile, al codice penale, al codice di procedura penale, e altre disposizioni in materia di tutela degli animali” relativamente all’inasprimento delle pene per i reati a danno degli animali;
  • Collaborazione all’inchiesta di Repubblica “Sulla pelle dei randagi” della giornalista Margherita d’Amico http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2013/07/01/news/la_tratta_dei_randagi-62193078/ ;
  • Presenza con una nutrita squadra di volontari nel canile “Muratella” di Roma per cercare di portare conforto e trovare adozione agli animali;
  • Competenza specifica per la tutela delle colonie feline;
  • Dossier shock canili lager e responsabilità dei “controllori” portato al Parlamento;
  • Valutazioni legali sull’attività di Green Hill fatte pervenire al Consiglio Regionale della Lombardia e anche a Striscia la Notizia;
  • Partecipazione alla trasmissione “l’Arena” di Giletti come esperti del business che ruota intorno ai canili;
  • Esposto alla Corte dei Conti di Palermo sull’utilizzo dei fondi (milioni di euro) stanziati negli anni per la tutela e il contenimento dei randagi nella regione Sicilia;
  • Numerose denunce per maltrattamento di animali;
  • Numerose interrogazioni parlamentare sui canili lager.

E ancora:

  • Campagna vincente contro trasferimento dei cani di Volterra  a Matera;
  • Azione formale a tutela dei cuccioli dell’orsa Daniza;
  • La verità su Saetta ad Avetrana (su richiesta di Forum subissato da richieste dei telespettatori per via delle notizie discordanti);
  • La difesa di alcuni degli attivisti entrati nell’allevamento di Montichiari;
  • Intervento per il Gattile di Messina in collaborazione con l’ASP veterinaria e alcuni volontari locali;
  • Riconoscimento di cani di quartiere in varie città d’Italia;
  • Consulenza legale per il caso del canile di Aragona;
  • Intervento per maltrattamento di cavalli a Parma;
  • Aurora salvata da soppressione certa a Paceco dopo essere stata investita e lasciata sulla strada per quattro giorni (per troppe responsabilità e confusione non solo delle autorità) e fatta volare fino a destinazione sotto la diretta sorveglianza dei comandanti di volo ALITALIA , Alessandro Salvati e Angelo Carlini;
  • Tonia e Gavin, plegici, salvati da soppressione certa. Contributo economico per le loro cure;
  • Il caso del cane trascinato da auto a Lissone in collaborazione con l’avvocato ENPA di Monza;
  • L’emergenza di Udine e in provincia di Vicenza fino a intervento della Task Force;
  • Intervento presso le autorità per il caso di Mondragone;
  • Contributi economici per soccorso medico animali affetti da patologie o per interventi;
  • L’orrore del povero Lucky al Senato con un’interrogazione a Ministri della Giustizia e dell’Interno per avere giustizia per il povero cane e sicurezza per il paese di Arenzano;
  • Lord il cane salvato, dopo una durissima lotta con i gestori, da uno dei canili posti sotto sequestro dalla Task Force del Ministero e che ora vive felice in un agriturismo;
  • La colonia felina bruciata a Roma: passi con le autorità;
  • I salvataggi di Ugdanella, l’asinella salvata dal macello e ora nostra mascotte, e tanti altri asinelli e capretti  dal macello! ;
  • Alben Leon, il cucciolo di pastore bergamasco abbandonato nel bosco, Totò, il siamesino abbandonato e ancora, Nerone… Tino, Valentino, Occhitondi, Frater e la colonia di Lido degli Angeli;
  • Palermo: una cuccia per Nerone, cane di quartiere;
  • Condivisione e informazione soprattutto su competenze e responsabilità di sindaci e ASL e diritti dei cittadini;
  • Supporto con consiglio legale ai volontari, fino a intervento dell’ENPA associazione a cui appartengono e interrogazione parlamentare per Melody, il cane del veterinario di Oristano;
  • I cani  denutriti , feriti e malati di Calatafimi (comunicato ufficiale del Comune in risposta a nostra sollecitazione di intervento);
  • Locandina deterrente contro maltrattamenti con le sanzioni pecuniarie e detentive per i trasgressori della legge 189/2004 da affiggere nei comuni italiani, molti dei quali hanno aderito di buon grado;
  • Protesta presso ambasciatori italiani in Ucraina e Romania per strage di randagi in vista dei campionati europei di calcio e legge ammazzarandagi rumena;
  • Iniziativa striscioni negli stadi: No, no a Kiev tra gli ammazzarandagi non andro’ ! ;
  • Contatto  diretto con segreteria Ambasciatore della Moldavia per cucciolo bruciato e risposta dell’ambasciatore;
  • Lotta a tutte le ordinanze illegali cosidette “affamarandagi”;
  • I cani dei Casoni di pesca di Chioggia (supporto a volontaria e contatti con il referente del Ministero);
  • Capacchione è un cane di quartiere! ;
  • Avvelenamento colonia felina Brescia;
  • Orrore di Siculiana;
  • Avvelenamento collettivo di cani a Casteldaccia (PA). Passi  con il Ministero della Salute;
  • Mattanza per avvelenamento dei cani di Piazza Armerina. Passi con autorità e media;
  • Proposta di mozione provinciale per i macachi di Harlan! Audizione in commissione provinciale Approvata! Mozione approvata! Grazie di cuore al consigliere Paola Gregato! ;
  • 1200 coperte e trapuntine usati regalati al canile di Brindisi e situazioni di emergenza da ALITALIA per nostra intercessione;
  • 1.197.000 mail fatte inviare ai Senatori contro la vivisezione! ;
  • Due proposte di emendamento alla direttiva europea 63/2010 (vivisezione). Una depositata e accettata dalla Commissione XIV. In attesa di voto. L’emendamento UGDA che fa “paura alle lobbies” (Geapress);
  • Interrogazione parlamentare vergognoso caso di Canosa di Puglia;
  • Lo scandalo di Melody al Senato – interrogazione a risposta scritta;
  • Un disegno di legge proposto al Senato sull’obbligatorietà della dicitura “testato sugli animali” in etichetta dei prodotti di ogni comparto, nazionali e di importazione;
  • Green Hill : sale operatorie prive di autorizzazioni come da nostre valutazioni legali;
  • Life, prima e dopo con amore! ;
  • Interrogazione parlamentare sul giornalista di Messina che incita a uccidere i randagi;
  • Interrogazione parlamentare sullo scandaloso caso di Canosa di Puglia 2: Il Governo risponde dando ragione a UGDA! ;
  • Interrogazione parlamentare sull’ennesimo canile lager della Puglia ! ;

di UGDA hanno parlato:

UGDA ringrazia sentitamente tutte le persone che hanno collaborato al buon esito delle iniziative elencate !

UGDA e’ animalismo positivo  e collabora in piena sintonia con tutti coloro che seriamente si dedichino alla causa degli animali e con le istituzioni.

UGDA e’, soprattutto, fatti documentati non parole! grazie di cuore!